Mystes a Danza in Fiera

Mystes è il nome del progetto nato nel 2004 che nasce da un’idea di Gigi Nieddu.

Mystes è la parola da cui prende vita il termine mistero e veniva usata nell’antica Grecia per indicare l’iniziato ai riti misterici. In questi culti si faceva strada una concezione nuova della religione: essa non si configurava più come un rapporto contrattuale e utilitario fra la comunità statale e gli dèi protettori, nel quale la cerimonia e l’offerta sacra erano funzionali all’interesse dello Stato e quindi della classe dominante. Nelle religioni misteriche l’individuo entrava in un rapporto diretto con la divinità e in un’aspettativa soteriologica: egli cioè si aspettava la “salvezza” (soterìa) dopo la morte a prescindere dalla sua posizione nella società; di qui l’obbligo di un rito di iniziazione (mystes è in greco: l’ “iniziato”), senza del quale non si era accolti tra i “fedeli” del dio. Gli adepti appartenevano a tutte le classi sociali, ma per lo più alle classi subalterne, e vi erano ammessi donne e schiavi, cioè coloro che la religione ufficiale teneva ai margini del culto. Gli affiliati si configuravano come una comunità “altra”, nella quale cadevano o si attenuavano le gerarchie sociali; i riti si svolgevano per lo più di notte, a sottolineare il carattere separato e alternativo rispetto alla religione ufficiale; essi avevano aspetti “orgiastici” (il gr. orgia equivale a “culto misterico”), contraddistinti da invasamento (il dio “prendeva possesso” dell’adepto), da ebbrezza e da pratiche sessuali, che peraltro vengono decisamente esagerati dalle fonti, generalmente ostili. Il Mystes durante questi eventi aveva visioni, che lo avvicinavano alla Mystes - Dreamscape 2017 - Psicosi

Il progetto Mystes prende spunto da tutto ciò: tralasciando le innumerevoli esibizioni poste in essere dal gruppo Mystes, nel vero e proprio progetto ogni singolo lavoro coreografico rappresenta la visione nella mente del Mystes, dell’iniziato ai misteri che, a prescindere dal proprio status sociale, cerca di ricongiungersi con l’assoluto. Le rappresentazioni sono spesso poste in essere per far riflettere lo spettatore su diverse tematiche, spesso anche in maniera cruda. Le presentazioni hanno sempre una costante: hanno come obiettivo quello di far capire la storia a tutti, dall’intellettuale a l bambino di 5 anni. Infatti ogni movimento e scena non sono lasciate al caso: dal tema, dai semplici movimenti corporei, dalle singole scene recitate, fino alle musiche e testi. Ognuno può capire il tutto in più chiavi, a seconda del proprio grado di conoscenza o dalla volontà di voler capire a fondo la presentazione in scena. Le scene sono spesso molto chiare, comprensibili anche dal bambino.

Mystes - Florence Dance Festival 2017 - DreamscapeI lavori presentati negli ultimi anni hanno perso comunque questa valenza, lasciando spazio a interpretazioni più spontanee e maggiormente legate alla sperimentazione stilistica e musicale. Ciò non toglie che in futuro il principio originiario che ha stimolato le prime rappresentazioni del gruppo possa riprendere piede.

Si parla di progetto proprio perchè non si parla di un unico gruppo di riferimento: è un progetto che continuerà a variare nel tempo e nello spazio. Il gruppo Mystes si è avvalso della collaborazione di tanti ballerini, quasi tutti miei allievi (ai quali non posso che fare i miei più sentiti ringraziamenti), e, come per tutti i gruppi non professionistici, ha avuto tanti cambi di formazione. Prima di Mystes il Gruppo aveva un altro nome, quello di “Latecomers”(gruppo nato nel 2002).

Le presentazioni portate in scena dal gruppo Mystes si sono rivelate mai banali ed hanno da sempre ottenuto degli ottimi riconoscimenti, non solamente in termine di risultati conseguiti, ma anche suscitando parecchi consensi e diverso interesse tra gli addetti ai lavori.

 

Mystes: Risultati importanti conseguiti

(Risultati più significativi)

 

  • Partecipazione al Uffizi Live 2017 il 19 Settembre 2017 presso la Galleria degli Uffizi di Firenze con la presentazione dell’inedito “Lucida Follia
  • Partecipazione al XXVIII Florence Dance Festival 2017 il 22 Luglio all’interno della serata “Toscana Dance Hub & Mystes ” con la presentazione dell’estratto intitolato “Dreamscape“.
  • Partecipazione al XXVII Florence Dance Festival 2016 il 27 Luglio all’interno della serata “Urban Contamination ” con la presentazione dell’estratto intitolato “Psychosis“.
  • Messa in scena del proprio show intitolato “Third Dimension” alla XXVI Edizione Festival Suoni e Colori in Toscana  il 9 Settembre 2015  presso Rignano sull’Arno.
  • Partecipazione al XXVI Florence Dance Festival 2015  il 25 Luglio all’interno della serata “Omaggio a Firenze Capitale ” con la coreografia intitolata  “Zero“.
  • Partecipazione al XXV Florence Dance Festival 2014  il 18 Luglio all’interno della serata Quintet d’Autore con la coreografia intitolata “Cloze Your Eyes“.
  • Gruppo selezionato alle edizioni del Florence Dance Festival 2010, 2011 , 2012 2013 all’interno della serata Dancebook.
  • Gruppo ospite della FederVolley durante la manifestazione “World League 2012“per il Girone italiano tenutosi a Firenze.
  • Gruppo ospite della FederVolley durante tutte le gare del Mondiale di Pallavolo Maschile 2010 per la sede di Firenze.
  • Vincitore del VIII Concorso Internazionale DANZ&STATE 2007 (Balletto di Toscana, Firenze) nella categoria Hip Hop.
  • Vincitore del VI Concorso Internazionale DANZ&STATE 2005 (Balletto di Toscana, Firenze) nella categoria Hip Hop.
  • Vincitore del V Concorso Internzazionale DANZ&STATE 2004 (Balletto di Toscana) tenutosi a Firenze nella categoria Hip Hop e vincitore del premio del pubblico tra tutte le categorie.
  • Vincitore del I Concorso Internazionale Castiglione Danza 2004 (Catiglione delle Stiviere, Mantova) nella categoria Hip Hop.
  • Gruppo finalista al “Mc Hip Hop World Contest” della Cruisin a Iesolo (VE) nel 2003 e ospite d’onore allo spettacolo Movimenti Sotterranei tenutosi all’ Anfiteatro di Porto Rotondo nello stesso anno.